mercoledì 6 ottobre 2010

3 ottobre 2010, "le pagelle dell'esperto"



Tony: voto 7,5. Attesissimo a Chieti non delude mostrando classe da vendere, la punta di diamante cerca da lui consigli preziosi e lui non si tira indietro. La salita finale, neanche a dirlo, lo vede protagonista. Subito dopo la gara saluta subito tutti e va via pensando”ora che mi sono riscaldato mi faccio un centinaio di km cercando di non scendere mai sotto i 40 km orari”. In una parola: professionista!

Cesare: voto 7 Durante i primi chilometri confabula fitto con componenti di altre squadre … forse alla ricerca di un accordo per un gruppetto ristretto da portare all’arrivo, forse per stabilire sinergie per la prossima stagione … ma la squadra avverte la sua mancanza … poi torna al consueto doppio ruolo svolgendolo con la solita precisione.. In una parola: pianificatore!

Stefano: voto 6,5. L’assenza dell’altra punta di diamante avrebbe dovuto  portarlo ad un risultato di rilievo e invece … sulla salita finale che avrebbe potuto regalargli il trionfo non attacca. Ci può anche stare dati gli innumerevoli impegni del periodo, ma un campione del suo calibro non può accampare scuse del genere:”una macchina mi ha tagliato la strada e stavo rischiando di cadere” per giustificare una prestazione non all’altezza del suo blasone … In tre parole: non ci siamo!

Gianni: voto 7 +. Per uno come lui andare su alcuni tratti di pianura (la sua specialità) neanche a 20 km orari per aspettare il gruppo è chiedere troppo, ma gli ordini sono quelli e lui non si scompone pur non potendosi esprimere come vorrebbe, risparmierà energie per il tratto finale. In una parola: giudizioso!

Piero: voto 8. Senza dubbio l’eroe di giornata. Partito con un abbigliamento adatto alla mattinata fresca, dopo diversi chilometri, con il salire della temperatura , lui inizia a sudare troppo ed  è costretto a fermarsi per togliere la mantellina. Il gruppo lo passa. Perde più di un minuto.  Nonostante ciò  riesce a rientrare ed ottenere il risultato finale che meritava. Nel sollevare il trofeo a fine gara la commozione c’è e si vede per un ottimo finale di stagione. In una parola: commosso!

Walter: voto 7,5. Fino all’ultimo la sua presenza è stata in forse, ma non poteva mancare e non lo ha fatto! Anche lui al nastro di partenza. Le ripetute e costanti sedute di allenamento estive svolte sul litorale della provincia  teatina si vedono, pedala  senza mai mostrare segni di fatica  e si concede anche qualche allungo. La salita finale lo vede agganciato agli scalatori. In una parola: pimpante!

Arnaldo: voto 7 -. Da buon passista si tiene in gruppo, il percorso lo soddisfa, è compiaciuto. A Brecciarola (quasi sul finale) appare ancora fresco … affronta lo strappo finale con il suo passo tenendo dietro diversi avversari di rilievo in attesa di migliorare anche in salita. In una parola: osservatore!

Corrado: voto 7 -. L’obbiettivo erano i premi… e lui lo sa bene… i due scatoloni con pasta e bevande  vanno bene… ma il trofeo?subito “diffida formalmente” alla consegna dello stesso per l’ottimo risultato di squadra ottenuto e il trofeo arriva!In una parola: persuasivo!

2 commenti:

  1. ottimo lavoro dell'esperto!

    RispondiElimina
  2. è stato un pò stretto di voti mi pare...

    RispondiElimina

CONTATTI

CRAL bike Pescara
Gruppo Ciclistico del
CRAL Dipendenti del Comune di Pescara
Piazza Italia 1
65100 PESCARA
Email: pedalaincomune@gmail.com